Novità!
Garden of Eden Fruttata fin dalla grafica dell’etichetta, firmata dal sempre fantasioso designer Kasper Ledet, la Garden of Eden dei danesi di To Øl è una ricetta difficile da collocare in recinti stilistici. Classificata dai suoi autori – i gipsy brewers Tobias Emil Jensen e Tore Gynther – come India Pale Ale, come minimo interpreta la propria (attribuita) appartenenza in senso ultramodernista. Gli epigoni di Mikkeller hanno ancora una volta premuto a fondo sul pedale della fantasia, traendo dal cilindro un prodotto che, matrice di base a parte, trova soprattutto nell’aggiunta di frutta (in gran varietà e quantità) l’elemento trainante nell’orientare la propria direzione sensoriale. Il progetto contempla infatti l’intervento di albicocche, guava, papaia, frutto della passione e mango: polpe introdotte, tutte quante senza alcun trattamento di bollitura, né preventiva, né contestuale a quella del mosto; entrando in scena invece in corrispondenza degli step successivi, fermentazione e maturazione. Ne deriva che gli ingredienti apportano non solo zuccheri e aromi, ma anche contributi in termini di acidità, spostando il baricentro organolettico verso orizzonti che è quindi facile prevedere.

Estiva e tropicale già nella veste cromatica (a metà del guado tra dorature cariche e un ambrato di primo ingresso), oltre che dotata di discrete guarniture schiumose, la birra sfodera un olfatto succosamente esplosivo: vi si avvertono, una ad una, le componenti singole, finanche la guava (grossolanamente un crossover citrico-banana). Mentre al sorseggio assume le connotazioni di una cascata di freschezza agrodolce, seguita, nella seconda metà dell’assaggio, da una punta di amaricante (con effluvi agrumato-balsamici), il tutto senza contrasto, merito del saldo controllo sulla procedura, compreso un perspicace utilizzo dell’avena, a felpare e ammorbidire l’intero assetto gustativo. E, come spesso accade in casi del genere, i 6.4 gradi alcolici finisce che neanche li senti.
#toøl #thequeenscastlepub #beerblog #pub #ipa
... Vedi di piùVedi meno

Nuovo arrivo! Mikkeller Limfjord Baltic Imperial Porter. #pub #beerblog #thequeenscastlepub #birrescure #topbeer #mikkellerbeer #mikkeller ... Vedi di piùVedi meno

Novità! Black ball specialità artigianale prodotta in stile Imperial Porter dal birrificio Danese To Øl. 🤣🍺🍺🍺 ... Vedi di piùVedi meno

The Queen's Castle Pub ha aggiunto una nuova foto. ... Vedi di piùVedi meno

Novità! Kees Export Porter 1750.
Questa straordinaria birra artigianale dall'intenso colore scuro, quasi nero, è prodotta in stile Imperial Porter secondo un'antica ricetta risalente al 1750, Per il suo brassaggio vengono utilizzati i luppoli Fuggles e Sorachi Ace e diversi tipi di malto. L'aroma è avvolgente, con intense note di cacao amaro, caffè, liquirizia, vaniglia, pepe verde e noce moscata. Al palato si presenta densa e corposa con sentori caldi e tostati conferiti dai malti scuri che mitigano l'intenso retrogusto amaro. 10,5% vol. #thequeenscastlepub #topbeer #porterbeer #birrescure #solocosebuone
... Vedi di piùVedi meno

BLOG BIRRAIO

EVENTI